Image
Teatro e danza
Marco Paolini in scena con Antenati - The grave party

Marco Paolini in scena con Antenati - The grave party

Quando
07 Gen 2024
Orario

Ore 21

Dove
Cervia - Teatro Comunale Walter Chiari - Via XX Settembre 125
Descrizione

La rassegna “Festival d’Inverno”, cinque appuntamenti con artisti, intellettuali e pensatori di grande richiamo, parte domenica 17 dicembre con Giobbe Covatta e il suo SCOOP (Donna Sapiens), scritto con Paola Catella; uno spettacolo con il quale l’attore, con il suo linguaggio irriverente e dissacratorio, vuole dimostrare la superiorità della donna sull’uomo spaziando dalla storia alla sociologia alla medicina: da ogni punto di vista, il maschio della razza umana esce perdente e ridicolo rispetto alla donna.

Giovedì 4 gennaio sarà la volta di Stefano Massini con Alfabeto delle emozioni. Unico autore italiano nella storia ad aver ricevuto un Tony Award, l’Oscar del teatro americano, Massini è uno scrittore che ha la sua cifra distintiva nel coniugare una spiccata vena letteraria a un forte estro di narratore dal vivo. Lo spettacolo Alfabeto delle emozioni è un viaggio profondissimo e al tempo stesso ironico nel labirinto del nostro sentire e sentirci. In un immaginario alfabeto in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia…), Massini trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro.

Domenica 7 gennaio Marco Paolini sarà in scena con Antenati - The grave party, spettacolo legato al progetto “La fabbrica del mondo” che ripercorre l’evoluzione della nostra specie attraverso l’incontro immaginato con i nonni dei nonni e con le 4.000 generazioni che ci collegano ai nostri progenitori comuni, quel piccolo nucleo africano da cui tutti gli abitanti della nostra specie provengono.

Lunedì 8 gennaio 2024 sarà in palcoscenico Camila Raznovich con Non metterti comodo. La conduttrice di Kilimangiaro, Macondo e Il Borgo dei Borghi su Rai 3, con uno stile accessibile ed esplicito, porterà il pubblico dentro le società che cambiano e racconterà quello che immagina poter essere la “strategia d’uscita”, il suo personale percorso per ritornare all’essenza delle cose, il suo modo per rimettere ordine e per mettere a fuoco e scegliere ciò che veramente conta.

A conclusione della rassegna, mercoledì 10 gennaio, Tlon (sodalizio formato dai filosofi e scrittori Maura Gancitano e Andrea Colamedici), porterà il suo Elogio dell’ozio: nella frenetica corsa alla produttività che caratterizza la nostra epoca, la figura del “fannullone” è spesso vista come un anacronismo o, peggio, come un ostacolo al progresso. I filosofi dimostrano invece l’importanza dell’ozio come spazio vitale per la creatività, l’innovazione e il benessere personale, proponendo l’ozio come forma di resistenza intellettuale e culturale.

Dettagli
Ingresso gratuito con prenotazione su www.eventbrite.it
La rassegna, organizzata dal Comune di Cervia, è resa possibile grazie alla collaborazione con Accademia Perduta Romagna Teatri.
Mappa
Oggi in evidenza